5 CONSIGLI PER CREARE IL PROFILO LINKEDIN CHE CERCANO LE AZIENDE

I social network sono uno strumento molto valido per cercare lavoro (e magari trovarlo), come ti abbiamo già spiegato in altre occasioni su Cliccalavoro. Oltre alle possibilità che offrono i social come Twitter o Facebook (Instagram in misura minore), l’uso di una rete professionale come LinkedIn è sempre più utile.

linkedin-perfil

Se ancora non ti sei creato un profilo su LinkedIn, puoi cliccare qui per leggere l’articolo di Cliccalavoro nel quale ti spieghiamo come farlo. E sia che tu abbia già un profilo, sia che tu non l’abbia ancora creato (e in questo caso ti consigliamo di farlo il prima possibile), ti diamo questi 5 consigli per creare il profilo LinkedIn che cercano le aziende:

1. Aggiungi una foto professionale. Le aziende non si fanno problemi a scartare un candidato solamente perché non ha inserito una fotografia. Pensa che la foto è la tua presentazione, quindi scegline una che sembri adatta e che trasmetta un’immagine professionale.

2. Scrivi il miglior titolo professionale possibile. Questo aspetto è particolarmente importante, perché questo campo, che appare proprio sotto il tuo nome e accanto alla tua foto, non è solo quello che definisce brevemente di cosa ti occupi, ma è anche il modo in cui un’azienda ti può trovare in internet.

3. Ripeti le parole chiave. Scegli le parole chiave che vuoi che apprezzino nel tuo profilo e ripetile (con moderazione). Per farlo, mettiti nei panni di un responsabile di risorse umane che sta cercando un professionista per la sua azienda e pensa che parole userebbe per realizzare la sua ricerca in internet di un candidato. Quanto più in alto appaiono le parole chiave (soprattutto nel titolo professionale e nel riepilogo), tante più possibilità avrai di trovare un miglior posizionamento in Google (SEO).

4. Cura il riepilogo. Pensa che, come te, ci sono molti altri utenti di LinkedIn che sono potenziali candidati ad un’offerta di lavoro e che le aziende non sempre possono (o vogliono) leggere nel dettaglio ogni profilo di LinkedIn. Per questo è importante che nel campo “riepilogo” spieghi in modo chiaro e conciso quali sono le tue capacità professionali, in che aree hai lavorato e qual è la tua formazione.

5. Ottieni competenze e conferme. Un profilo di LinkedIn con un buon numero di conferme di attitudini da parte dei tuoi contatti e con raccomandazioni da parte dei tuoi capi e colleghi di lavoro risulta sempre più interessante per i reclutatori di personale. Per ottenerlo, non farti problemi a chiedere una raccomandazione alle persone con cui hai lavorato, specialmente ai tuoi capi (se non hai avuto problemi con loro, ovviamente) e dedica tempo a valorizzare le competenze dei tuoi contatti perché anche loro facciano altrettanto con te.

cliccalavoro_button (1)

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies