COME LAVORARE IN AUSTRALIA

L’Australia è uno dei paesi con la migliore qualità di vita al mondo. Un lavoratore qualificato può crescere molto in breve tempo. Di solito si trova facilmente lavoro con un salario dignitoso. Ma… (c’è sempre un ma) l’abissale distanza dall’Europa (è letteralmente dall’altro capo del mondo) e le dure condizioni imposte dal governo agli immigrati, fanno si che non siano molti gli italiani disposti a trasferirsi. Se sei uno di loro, ecco alcuni consigli forniti dal Ministero dell’Occupazione e Sicurezza Sociale.

Australia

1 – Non farlo se non parli inglese
È una condizione indispensabile per trovare lavoro e vivere in Australia. Devi dimostrare il tuo livello di inglese per ottenere un visto.

2 – Verifica in quale settore vorresti lavorare
Un datore di lavoro, per assumere uno straniero, deve dimostrare che non ha trovato un candidato australiano con le qualità necessarie. La professione del richiedente deve trovarsi all’interno di una lista di mansioni (la Skilled Occupation List o SOL) stabilita dal governo australiano. Si tratta di tutte quelle occupazioni per le quali c’è carenza di manodopera.

3 – Quali sono i settori in cui si richiede più manodopera?
I settori che offrono opportunità di impiego sono: settore tecnologico, contabilità, assicurazioni, telecomunicazioni, traduzioni, commerciale e marketing e anche il settore minerario. La mancanza di manodopera riguarda sia posti qualificati sia non qualificati e spesso i salari sono abbastanza alti.

4 – Visto obbligatorio: per poter lavorare e vivere in Australia è necessario ottenere un visto. L’emissione del documento si basa su un sistema a punti. È necessario avere alcuni pre requisiti come conoscere l’inglese o essere in un determinato range di età. Per ottenere il visto sono necessari almeno 115 punti, in funzione dei titoli, dell’esperienza professionale, dell’età e della conoscenza dell’inglese. I visti sono necessari per entrare e rimanere nel paese. Esistono diversi tipi di visti, a seconda della durata della permanenza e delle motivazioni. Il servizio elettronico eVisitor permette di richiedere un visto attraverso internet, senza costi. Si tratta di un’autorizzazione che permette di rimanere in Australia per turismo o per lavoro per 3 mesi, con validità di un anno. Per permanenze superiori è necessario richiedere un ulteriore visto presso l’ambasciata australiana in Italia.

5 – Test HIV
Per ottenere un visto è necessario avere un certificato medico e un certificato che dimostri di non essere malati di AIDS. Il governo australiano si assicura che gli immigrati non costituiscano, in futuro, un costo per il sistema sanitario locale. Per questo motivo una richiesta di visto può essere rifiutata se la persona soffre di una qualche infermità grave o condizione medica il cui trattamento sia particolarmente costoso o rischioso per la popolazione. Si consiglia di sottoscrivere un’assicurazione supplementare, ricordando che gli stranieri non possono accedere a Medicare, il sistema sanitario pubblico australiano.

6 – Programma di immigrazione qualificata
Questo programma permette di ottenere dei visti di residenza per le persone minori di 49 anni che hanno un lavoro o un’attività in Australia o per qualsiasi mansione richiesta dal paese all’estero. È diventato il principale programma di immigrazione australiano e rappresenta l’emissione del 70% dei visti permanenti concessi ogni anno. Per richiedere questo tipo di visto bisogna avere determinati requisiti.

7 – Le professioni del SOL
Come già detto, la professione per la quale il richiedente si candida deve far parte della Skilled Occupation List (SOL) stabilita dal governo australiano. La richiesta deve essere validata prima di procedere con la richiesta di visto. Ci sono diverse strutture o scuole professionali incaricate di valutare e certificare le capacità dei candidati.

8 – Dimostrare esperienza lavorativa
È necessario dimostrare 12 mesi di esperienza lavorativa negli ultimi 2 anni, successiva al diploma o alla laurea.

9 – Età
L’aspirante deve avere meno di 50 anni nel momento in cui effettua la richiesta al Dipartimento dell’Immigrazione.

10 – Livello di inglese
È necessario avere un livello di inglese intermedio, accreditato attraverso lo IELTS (International English Language Testing System). Il livello di inglese minimo richiesto dipende dalla professione. Più il livello è alto più si otterranno punti per il sistema di Immigrazione Qualificata.

11 – Se sei supportato da un datore di lavoro
Esiste la possibilità di ottenere un visto permanente se sei supportato da un datore di lavoro australiano. Da diversi anni questo programma è stato semplificato e, affinché un datore di lavoro possa fare richiesta di visto per un immigrato, ci sono due strade: il lavoratore deve ottenere una certificazione professionale davanti all’ente preposto o deve aver lavorato per due anni presso l’impresa australiana con un visto temporaneo.

12 – Per cercare lavoro
Il governo australiano ha predisposto un portale dedicato alle risorse umane specializzato nella riceerca di impiego nel paese: si chiama Australian Job Search.

cliccalavoro_button (1)

lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni