ECCO DOVE SI SONO FORMATI I MANAGER PIU’ IMPORTANTI

C’è chi pensa che l’università in cui ti formi abbia molto a che fare con il tuo futuro lavorativo e la tua carriera professionale. Abbiamo già affrontato questo argomento, riscontrando alcuni punti in comune tra le scuole frequentate e le posizioni lavorative raggiunte. Oggi parliamo delle università prestigiose e di dove si sono formati i manager più noti.

Negli USA è molto nota l’accademia Point 72, specializzata nello scovare gli studenti ed i laureati più promettenti da inserire nel team di uno degli uomini più ricchi del mondo, Steven A.Cohen, per occuparsi del suo fondo di investimento. L’obiettivo principale è che gli studenti scelgano di restare nella sua azienda, dopo la laurea. E mentre si formano possono già guadagnare parecchio.

La spagnola Esther Koplowitz ha studiato alla EUS San Pablo, come il presidente de El Corte Inglés, Dimas Gimeno.

Sono stati studenti di Harward Al Gore, imprenditore e Vice Presidente degli Stati Uniti, Bill Gates o Mark Zuckerberg, tra gli altri.

Harvard-Flickr-Chris-HawesTXT

Rupert Murdoch, magnate dei mezzi di comunicazione australiano, ha studiato a Oxford.

L’università di Stanford ha visto passare nelle sue aule William Hewlett e David Packard (HP) e i fondatori di Instagram, Yahoo! e Paypal.

Stanford-Flickr-Miquel-VernetTXT

Ma non tutti hanno studiato in università elitarie. Ad esempio, Amancio Ortega, il magnate del gruppo Inditex (Zara) ha smesso di studiare a 12 anni ed è stato capace di creare un impero che perdura anche dopo la sua morte.
Steve Jobs, uno degli imprenditori più famosi al mondo, ha studiato al Reed College di Portland (Oregon) abbandonando gli studi al primo semestre per fondare la Apple. Il suo discorso sulla motivazione, tenuto all’Università di Stanford, è stato visto da milioni di persone.
L’inglese Richard Branson (Virgin) non ha alcun titolo universitario.

cliccalavoro_button (1)

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni