EXPO MILANO 2015: istruzioni per l’uso

 

SCRITTA EXPO

Milano ospita l’Esposizione Universale dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 e si tratta del più grande evento dedicato all’alimentazione ed alla nutrizione mai realizzato.

La città si trasformerà per 6 mesi in un’enorme vetrina mondiale in cui i paesi ospitati faranno a gara per mostrare il meglio della loro produzione, tecnologica ed artigianale e per cercare di dare una risposta concreta ad un’esigenza planetaria ed essenziale: come garantire cibo di qualità a tutti i popoli della terra, rispettando gli equilibri del nostro pianeta.

Ma vediamo i dettagli.

COS’E’ EXPO MILANO 2015

L’Expo è una manifestazione universale di natura non commerciale che si svolge ogni 5 anni, riconosciuta dall’Ufficio Internazionale delle Esposizioni (BIE), alla quale partecipano diverse nazioni in un paese ospitante scelto a seguito di diverse candidature.

La prima edizione, ospitata all’interno del Crystal Palace di Londra nel 1851, fu il primo vero palcoscenico internazionale, fonte di condivisione e innovazione ma anche culla di diverse realizzazioni architettoniche e simboli culturali che tutt’ora permangono.

Sono passati oltre 160 anni ed Expo Milano si presenta, quest’anno, come progetto assolutamente innovativo. Sono state coinvolte oltre 130 aziende nella realizzazione di un’area di oltre 1 milione i metri quadri dedicata all’esposizione ed adatta ad accogliere gli oltre 20 milioni di visitatori previsti, da maggio ad ottobre.

IL TEMA

L’Expo è sempre caratterizzata da un tema di grande interesse generale. Quest’anno i popoli sono legati da  un argomento particolarmente attuale: nutrire il pianeta, energia per la vita, spunto di grandi riflessioni internazionali in un paese ospite dove il cibo è sinonimo indiscusso di cultura.

I visitatori avranno modo di essere coinvolti in un percorso globale, alla base di tradizioni culturali, scelte tecnologiche e rispetto del pianeta; un vero e proprio viaggio alla scoperta dei sapori del mondo. Per la prima volta la manifestazione vedrà i partecipanti divisi geograficamente ma anche organizzati per temi, all’interno di veri e propri cluster.

I CLUSTER

I 9 cluster individuati sono aree caratterizzate da spazi comuni e funzionali (mercato, mostre ed eventi, degustazioni) legati a temi alimentari particolari.

Riso, abbondanza e sicurezza: in un paesaggio da risaia, con colori e profumi che mutano a seconda della maturazione, esporranno Bangladesh, Cambogia, Sierra Leone, Myanmar e Laos.

Cacao, il cibo degli dei: con un’architettura che ricorda le piantagioni, ospiterà Camerun, Costa d’Avorio, Cuba, Gabon, Ghana, Sao Tomé.

Caffè, l’energia delle idee: le piantagioni di Africa e America Latina hanno ispirato l’architettura di questo cluster che vede protagonisti Burundi, Costa Rica, El Salvador, Kenya, Ruanda, Uganda, Yemen, Etiopia, Guatemala.

Frutta e legumi: rappresentato da un vero e proprio frutteto, questo cluster ospiterà Benin, Gambia, Guinea, Guinea Equatoriale, Kyrgyzstan, Congo, Uzbekistan, Zambia.

Il mondo delle spezie: ‘aree sensoriali’ a base di colori e profumi saranno alla base del cluster che vedrà protagonisti Afghanistan, Brunei, Tanzania, Vanatu.

Cereali e tuberi, vecchie e nuove culture: l’architettura del cluster richiama alla memoria un grande camino e l’area ospiterà Bolivia, Congo, Haiti, Mozambico, Togo e Zimbawe.

Bio Mediterraneo, salute, bellezza e armonia: un cluster dedicato a tutti i paesi del bacino mediterraneo, basato su colori solari e costruito intorno ad immagini e racconti dell’area.

Isole, mare e cibo: fanno parte di questo cluster speciale tutte le isole lontane (tra cui Barbados, Belize, Grenada, Maldive), accomunate da aspetti territoriali unici.

L’agricoltura e l’alimentazione delle zone aride: ispirato alle tempeste di sabbia, il padiglione ospiterà Eritrea, Gibuti, Mauritania, Mali, Palestina, Senegal e Somalia.

Gli altri paesi, non presenti nei cluster, avranno padiglioni individuali interamente dedicati.

MILANO

IL PADIGLIONE ITALIA

Il nostro padiglione è contraddistinto dall’albero della vita, simbolo materno e protettivo per eccellenza, le cui radici collegheranno le diverse aree regionali. L’albero sarà inoltre un’icona che si propone di rimanere viva nella memoria collettiva per dialogare, nel tempo, con l’ambiente circostante; un vero elemento che respira, come un organismo vivente.

Il padiglione è stato realizzato con materiali leggeri tra cui il vetro, le resine, i cristalli, metafora della trasparenza e dell’energia vitale, fonte di trasformazione e progresso nel rispetto dell’ambiente e della biodiversità. Di fatto si tratta anche della culla del Made in Italy, visto attraverso una luce nuova di sfide e opportunità.

COSA RESTERA’

Difficile dirlo ora ma ogni edizione dell’Expo ha comunque lasciato un’eredità materiale importante (basti pensare alla Torre Eiffel di Parigi o all’Atomium di Bruxelles) e un’eredità immateriale di indiscusso valore, tra cui primeggiano il know-how, gli aspetti educativi e culturali e la diffusione della conoscenza e della collaborazione tra i popoli.

DOVE, COME E QUANDO

Expo Milano 2015 prevede 184 giornate di evento, dal 1 maggio al 31 ottobre 2015. Milano è stata scelta come città ospitante il 31 marzo 2008 ed ospita l’Esposizione Internazionale per la seconda volta (la prima fu nel 1906, con tema i Trasporti).

I biglietti sono disponibili presso gli operatori turistici di tutto il mondo o acquistabili direttamente on-line. Sono disponibili diverse opzioni: dal Season Pass, che permette l’accesso durante tutti i 6 mesi, ai biglietti dedicati ad eventi speciali, tra i quali l’inaugurazione del 1 maggio e gli spettacoli dedicati del Cirque du Soleil, dal biglietto serale al pacchetto famiglia. Naturalmente vale la pena di approfittarne e di fare un giro in città alla scoperta delle bellezze di Milano, come il Duomo, il Teatro alla Scala, Via Montenapoleone e i Navigli.

cliccalavoro_button (1)

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies