Essere Felici al Lavoro si può, segui i nostri consigli!

Il 20 marzo si celebra la giornata internazionale della felicità, valore fondamentale perseguito dall’intera umanità. A tal proposito, oggi vi diamo qualche consiglio per essere più felici nel vostro ambiente di lavoro.

1- Più amici e meno colleghi.

Raggiungere il posto di lavoro per trovarsi a che fare con colleghi antipatici e gerarchie rigide è sconveniente, sia per i lavoratori che per la produttività. Cercare di inquadrare, ed eventualmente di trasformare, il rapporto con i colleghi in qualcosa di più intimo e personale lontano dall’automatismo non può far altro che giovare a tutti quanti. Se a lavoro trovate degli amici, avrete una percezione più divertente, utile e soddisfacente del vostro lavoro oltre a trovarvi un sistema di supporto di gruppo animato da un senso di lealtà.

2- I problemi personali lasciamoli a casa.

Se il vostro umore è in tumulto e siete sotto stress, dovreste cercare per quanto vi è possibile, di separare la vostra vita personale dal lavoro. Infatti, se a lavoro si pensa alle vicende personali che ci provocano tanta preoccupazione, si finirà con il diventare insofferenti, fissando di continuo l’orologio con l’impressione che il tempo non passi mai, oltre magari a risultare scontrosi con i colleghi. Meglio approfittare, invece, di questo cambio ambientale, per concentrarsi su quello che si sta facendo, riservando tempo e spazi differenti per risolvere i nostri problemi.

Woman in office showing "I love my job" cardboard

3- Niente multitasking.

Avete presente quel delirio di onnipotenza, noto come multitasking, che affligge tutti noi? Quello che ci porta a fare mille cose insieme senza farne bene nemmeno una, come ad esempio scrivere al pc e al contempo leggere i messaggi e inviare un paio di e-mail? Ebbene non è affatto efficace come modus operandi e fa perdere più tempo di quello che dovrebbe far risparmiare, quindi è bene evitare il multitasking concentrandosi su un compito alla volta.

4- Ripensare alla giornata lavorativa.

Non siate degli automi a lavoro. A fine giornata ripensate a quello che avete fatto, magari riflettendo sul perché avete lavorato tanto duramente e per quale scopo. Cercate di individuare il senso del vostro lavoro e le cose positive che avete portato a termine. Potrete sempre richiamarle alla mente, per aiutarvi a pensare positivo, nei momenti di difficoltà.

5- Muoversi quando si può.

Questo non vale per tutte le professioni, ma se si fa un lavoro sedentario, come trascorrere tutto il giorno su un computer, possono insorgere problemi di salute come l’aumento di peso, malattie cardiache, affaticamento degli occhi e la sindrome del tunnel carpale. Per questo motivo appena si ha occasione, è opportuno muoversi, ad esempio facendo una passeggiata durante la pausa, o praticando qualche esercizio rivitalizzante per dieci minuti.

cliccalavoro_button (1)

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies