Giro d’Italia: un business, quello delle biciclette, che non si ferma mai

Il 5 maggio torna l’appuntamento con il Giro d’Italia, arrivato alla 100^ edizione. Quale momento migliore per riflettere sull’importanza della bici nell’economia attuale. Il business legato alle biciclette prende il nome di Bikenomics e genera più di 9 miliardi all’anno. Eccone alcuni esempi.

Innovazione tecnologica per biciclette

Il settore che più di ogni altro guarda alle biciclette come investimento per il futuro è l’elettromeccanica. La rivelazione degli ultimi anni è Free Duck2, un disco meccatronico che trasforma qualsiasi bicicletta normale in un mezzo a pedalata assistita, basta applicarlo alla ruota. Il disco è regolabile attraverso un’app per smarthphone, impostando il livello di assistenza. Un’altra invenzione tecnologica combatte l’annoso problema dei furti di biciclette: è Kissmybike, un sistema satellitare invisibile che rimpiazza i classici e inefficaci lucchetti. Tramite l’avviso del furto e la localizzazione del veicolo, il sistema permette di individuare il ladro e recuperare la bici. Se questo non basta, c’è anche l’assistenza legale: numeri di emergenza, contatti dei commissariati locali e guida alla compilazione dei verbali di polizia.

giro d'italia

Biciclette al servizio del turista

La bicicletta è il mezzo green per eccellenza con cui spostarsi in città e al mare. Ecco quindi che ristoratori e agenti turistici si sono attrezzati per venire incontro alle esigenze dei ciclisti. Si passa dai tour operator che offrono vacanze in bicicletta, con mete raggiungibili su due ruote e alberghi muniti di deposito, ai bicigrill, ristoranti accessibili solo pedalando dove rifocillarsi e gonfiare le gomme. L’ultima novità sono i bike cafè, luoghi di incontro dove fare uno spuntino senza scendere dalla sella ed entrare in contatto con altri appassionati. Per i ciclisti sempre connessi, BiCiPoP ha realizzato una bici assistita hi-tech collegata a un’app di geolocalizzazione che fa da guida turistica e gastronomica.

Consegne e trasporti su biciclette

L’ultimo settore che è stato rivoluzionato dalla bicicletta è quello delle consegne a domicilio. Foodora, Deliverroo, UberEats e gli innumerevoli servizi analoghi trasportano pasti e oggetti di prima necessità in ogni angolo delle città a bordo di bici. Districandosi in mezzo al traffico, le consegne sono efficienti e veloci. Per chi vuole usare la stessa strategia negli spostamenti quotidiani, esiste il bike sharing, un metodo per usare biciclette condivise fra colleghi e conoscenti tramite la piattaforma di sicurezza Lock&Charge. Usare una bici condivisa per andare al lavoro porta grandi vantaggi: risparmio sul gasolio e sui biglietti dei mezzi pubblici, abbattimento delle emissioni gassose nocive e migliore forma fisica.

cliccalavoro_button (1)

lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni