I 9 trucchi per portarsi il pranzo al lavoro

cliccalavoro_button (1)

 

Tutti i comuni mortali, nel bene o nel male, sono o sono stati schiavi del tupperware.

Si, quello di portarsi il pranzo da casa è un ingrato lavoro, ma se ci organizziamo bene possiamo minimizzare l’impatto che questa attività ha sulle nostre povere vite quotidiane.
Ecco alcuni appositi consigli per farcela!

  1. APPROFITTA DEGLI AVANZI DEL FINE SETTIMANA: sappiamo tutti che durante il fine settimana abbiamo più tempo da dedicare alla cucina perché siamo soliti mangiare a casa. E’ molto semplice…aumenta un po’ le dosi quando cucini durante il week end, così saprai cosa portarti al lavoro per i giorni successivi.
  2. APPROFITTA PER CUCINARE DI PIU’: ci sono molti modi per organizzarsi e portarsi il pranzo da casa. C’è chi cucina ogni sera per il giorno successivo ma se pensi di non avere tempo o preferisci dedicarti ad altro, approfitta del fine settimana per produrre i tuoi tupperware monodose in serie. Si, chiaro, ne avrai per almeno una mattinata ma potrai dimenticarti del pranzo per il resto della settimana. Potrai anche congelare alcune delle tue pietanze.
  3. PENSA A COSA TI PIACEREBBE MANGIARE SE FOSSI A CASA: in effetti non devi essere schiavo di un menu rigido. Se fossi a casa e volessi preparare un piatto specifico, perché non mettersi all’opera per poterlo portare anche in ufficio?
  4. ADATTA LA CUCINA CASALINGA AL TUPPERWARE, NON IL TUPPERWARE ALLA ROUTINE: né più né meno. Non smettere di cucinare qualcosa che ami solamente perché non puoi portartelo al lavoro. Tutti gli alimenti, in qualche modo, possono essere portati in ufficio, devi solo trovare il modo giusto per farlo.
  5. PROGRAMMA IL TUO MENU SETTIMANALE PER NON ESSERE RIPETITIVO DURANTE LA SETTIMANA: è importante fare un planning e segnarti cosa mangerai ogni giorno. Segna anche cosa mangerai a casa la sera così avrai un elenco ordinato di piatti e potrai facilmente controllare cosa scongelare in ogni momento e, cosa più importante, ti risparmierai il penoso compito di pensare…’e domani cosa mi porto?’Vegetables and Fruit Heart Shaped
  6. ARROSTO E INSALATA, UN CLASSICO: ci sono piatti che sembrano fatti apposta per il tupperware. E’ il caso degli arrosti e delle insalate. Quando fai l’arrosto lo puoi anche congelare e conservarlo per ogni evenienza. Le insalate, invece, sono sempre comode, fresche e si preparano velocemente. Così saprai cosa mangiare almeno due giorni a settimana!
  7. IL CONTENITORE, MEGLIO DI VETRO: anche se pesa un po’ di più ed è più delicato se possibile scegli un contenitore di vetro rispetto ad uno di plastica, meno sano e più difficile da lavare. Chiaro, se hai deciso di cucinare e stoccare i tuoi contenitori nel congelatore forse non hai scampo e la plastica fa proprio per te. Ma, se puoi, scegli il vetro.
  8. APPROFITTA DELLE LATTE E DEI BARATTOLI IN VETRO: puoi cucinare verdure ed altri alimenti sani e risparmiare tempo scegliendo quelle in lattina o in vasetto. Ci sono alimenti ipocalorici e naturali come il tonno, il salmone o le alici…Riguardo ai legumi, puoi ricorrere alla versione precotta: ricordati di lavarli prima di utilizzarli per eliminare l’acqua della lattina, gli additivi, il sale e gli eventuali conservanti.
  9. NON NEGARTI UN DOLCE: ricorda che il tupperware non è incompatibile con i dessert. Oltre alla portata principale portati un dolce. E se scegli la frutta, ancora meglio. Portati anche più porzioni di frutta e consumale a metà mattinata o nel pomeriggio. Una dieta sana prima di tutto!
cliccalavoro_button (1)

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies