Istruttore di Tennis: quali corsi di specializzazione esistono?

Il 10 e l’11 giugno si terrà l’attesa Finale Roland Garros, il celebre torneo di tennis Open di Francia. Se ami questo sport e sogni di preparare i futuri campioni della racchetta, ti spieghiamo come fare per diventare istruttore.

Come diventare istruttore di tennis
Il tennis è uno sport molto amato in Italia, praticato da persone di ogni età e sesso. Ogni anno sempre più appassionati intraprendono la strada per diventare istruttori di questa affascinante disciplina. Anche tu potresti in tal modo ritagliarti nel tempo una promettente seconda attività o persino trasformarla in quella principale, magari facendo carriera nel settore.
Diventare maestro di tennis non è difficile, ma ti richiederà comunque studio, impegno e di seguire un percorso regolamentato di durata medio-lunga. I corsi validi per diventare istruttore devono essere riconosciuti dalla Scuola Nazionale Maestri della Federazione Italiana Tennis. Per saperne di più a riguardo (tipologie, date, costi) rivolgiti alle associazioni come la UISP.

Come partecipare e a cosa serve un corso per istruttore di tennis
Per prima cosa devi essere in possesso dei requisiti indicati dal bando, tra quelli non obbligatori c’è la laurea in Scienze Motorie. Se non l’hai conseguita basta che tu abbia preso parte a livello agonistico a campionati di tennis regionali e nazionali con buoni risultati. Associazioni come la UISP emanano rigidi regolamenti per la formazione di un istruttore di tennis, che a loro avviso non potrà limitarsi ad acquisire una qualifica tecnica, ma durante il percorso dovrà dimostrare di avere caratteristiche di tecnico-educatore. I corsi riconosciuti hanno 4 obiettivi:
– formazione del professionista sportivo;
– formazione permanente;
– alta qualificazione attraverso il conseguimento di titoli specialistici;
– formazione tecnico-educativa, organizzativa e gestionale.

I corsi di specializzazione per istruttore di tennis
Puoi scegliere tra 2 tipi di corsi, che ti permetteranno di lavorare solo nella tua regione (insegnante regionale) o in tutta Italia (insegnante nazionale).
Il corso regionale si svolge in 3 weekend e dura 54 ore (tutoraggio escluso). Per essere ammesso devi aver compiuto 18 anni e presentare domanda al comitato della tua regione. L’esame prevede una tesina e 2 prove, orale e pratica. Otterrai un attestato valido su tutto il territorio nazionale e l’automatica iscrizione all’albo.
Il corso nazionale dura 80 ore e richiede il possesso di requisiti più stringenti, come l’età minima di 21 anni, punti di formazione e di servizio. La domanda di partecipazione devi inoltrarla alla sede di formazione nazionale. Inoltre avrai l’obbligo di rinnovare ogni anno il tesserino da tecnico conseguito.

cliccalavoro_button (1)

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies