Lavorare nel mondo dello sport: a che posizione posso aspirare?

Lo sport è sempre di più fonte di crescita e sviluppo non solo per la salute di un Paese, ma anche per la sua economia.
Ecco perchè, gettare uno sguardo allo sport come occasione di lavoro è un’opportunità su cui vale la pena riflettere.

View of a Wood sportsman's desk in high definition with laptop, tablet and mobile

Lo sport non è solo quello che guardiamo alla tv o leggiamo sui giornali. Non è solo il mondo di campioni milionari o di un esercito di amatori. È anche business e opportunità di lavoro per decine di migliaia di persone.
Le figure professionali sono molteplici e sono in grado di offrire un ventaglio davvero variegato, di mansioni e competenze richieste.
Unico requisito, preferibile ma non proprio imprescindibile, è avere passione per lo sport in cui sarete chiamati a lavorare. Lo sport e il mondo che gli ruota attorno è infatti determinato da una mentalità propria, con cui sarà opportuno entrare in sintonia.
Secondo i dati più recenti, in Italia sono occupati nello sport circa 120 mila persone. È un dato, questo, che permette di comprendere i limiti e allo stesso tempo le notevoli potenzialità, di un settore che può rappresentare una rilevante opportunità per chi è in cerca di un lavoro o vuole realizzare nello sport la propria passione, unendovi il proprio futuro lavorativo.
Le 120 mila unità rappresentano solo lo 0,54 % dei lavoratori italiani. Una media che pone il nostro Paese, come purtroppo accade per altre classifiche, ai più bassi livelli in Europa. Questo sia per limiti legislativi, sia per sedimentati ritardi economici ed imprenditoriali nel settore. Come spesso accade però, i settori che appaiono ancora poco “vivaci”, sono quelli che possono offrire il maggiore potenziale di crescita in un mercato che appare tutt’altro che saturo.
L’aspetto positivo di questo comparto dell’economia italiana è determinato sicuramente dalle molteplici possibilità offerte. Si va da figure a bassa specializzazione – magazzinieri o manutentori ad esempio – a figure con maggiore tasso di competenze specifiche richieste. Da impieghi di natura amministrativa all’interno di società e associazioni sportive ( l’Italia è sotto questo profilo un popolo di amatori e professionisti in crescita che riempiono la vita di numerose realtà ) a figure di esperienza manageriale sempre più richieste, in un settore dove la complessità dei rapporti giuridico economici è destinata a crescere.
Senza dimenticare un indotto, che le statistiche non fanno rientrare fra i numeri del lavoro nello sport, che vive grazie allo sport e la cui crescita è direttamente connessa alla diffusione della pratica sportiva nel nostro Paese e non solo. Basti pensare a quante sono le figure richieste dalle industrie che si occupano del settore: da quelle dell’abbigliamento a quello delle attrezzature sportive. Sono decine di migliaia i lavoratori che ogni giorno, dalle fabbriche agli uffici amministrativi, dagli studi tecnici di progettazione e design a quelli professionali, alimentano lo sport e grazie allo sport crescono.

cliccalavoro_button (1)

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies