LE ESPRESSIONI CHE TI FANNO SEMBRARE UN IDIOTA IN UFFICIO

Come dobbiamo comportarci sul lavoro? Bene, è chiaro che si tratta di un aspetto molto importante ne momento in cui è necessario guadagnarsi il rispetto professionale (ed anche personale) dei colleghi. Il modo di comportarsi, ovviamente, cambierà nel tempo, dato che i primi giorni in azienda non sono uguali alle giornate successive.

Comunque sia, come abbiamo detto, si tratta di un aspetto al quale dobbiamo prestare attenzione: una frase infelice, un tono di voce non adeguato o una scelta errata possono minare la reputazione per sempre.

1- Non so/Non ne ho idea: una volta può succedere ma se sei uno di quelli che risponde frequentemente con questa espressione, sicuramente sei sulla cattiva strada. Se hai un posto di lavoro perché sai svolgere determinate mansioni non puoi permetterti di avere dubbi perché dimostrerai il contrario. Alla fine qualcuno si chiederà: ‘perché lo abbiamo assunto se non sa mai niente?’

frases_dentro1

2- Non ho tempo/Non mi va: come per le espressioni precedenti, è possibile che in una determinata situazione tu non abbia tempo per fare qualcosa. Ovviamente se ti capita spesso, ti farai la fama di quello disorganizzato. Se è così, fai attenzione. Forse è meglio dire che ‘stai per terminare il lavoro’ o qualcosa di simile.

3- Vediamo se riusciamo a fare la riunione: ogni frase che inizia con ‘vediamo se…’ sembra dubbiosa e poco professionale. Soprattutto se poi, quello di cui stai parlando, non si avvera. Alla fine, questo tipo di frasi sembrano portarci ad eludere le nostre responsabilità. ‘Dai, cominciamo la riunione’ oppure ‘se state zitti, possiamo cominciare’ suonano più coerenti.

4- Lo chiederò al mio capo: chiaramente ci sono decisioni che non puoi prendere autonomamente ma non è il caso di dirlo così. Se lo fai, dimostrerai di non essere risolutivo e ti mostrerai sottomesso. Non stiamo dicendo che devi prendere decisioni rischiando in prima persona ma, caso mai, di cambiare la formulazione della frase. Invece di dire che lo chiederai puoi dire che ci stai pensando e che risponderai appena avrai la soluzione adeguata. Così guadagnerai tempo e potrai consultare il tuo superiore.

5- Così va bene? È chiaro che il lavoro che fai deve essere approvato dal tuo capo ma, allo stesso tempo, non è necessario chiedere continuamente se quello che fai va bene perché darai l’impressione di essere insicuro. Allo stesso modo, evita di chiedere consigli ai tuoi colleghi perché insinuerai in loro dei dubbi. Meglio usare altre formule come ‘verificherò’ o ‘ci sto pensando’.

6- Attenzione all’eccesso di confidenza: stiamo lavorando, non siamo davanti ad una birra tra amici. Elimina le espressioni amichevoli quando parli con i clienti, con i tuoi superiori o con figure similari in ambito lavorativo. Per esempio, quando ti presenti, fallo con il tuo nome completo e fai riferimento al dipartimento di cui fai parte.

7- Presta attenzione ai tuoi incarichi: nel punto precedente abbiamo accennato alla tua funzione. È importante, soprattutto quando ti presenti ad un interlocutore che occupa una posizione più alta della tua. Quindi ti consigliamo di non segnalare in dettaglio la tua funzione ma di fare riferimento all’unità di cui fai parte, per non dare la sensazione di inferiorità.

8- Non essere egocentrico: sul lavoro siete una squadra, quindi alludere costantemente a te stesso (ho fatto questo, ho fatto quello…) dimostra poco spirito aziendale.

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni

ACEPTAR
Aviso de cookies