Post Diploma Alberghiero: i 5 consigli da non perdere per inseguire un sogno

Sempre più giovani si iscrivono agli Istituti Alberghieri con il desiderio di diventare chef, sommelier o barman. Come fare per realizzare i propri sogni dopo il diploma in enogastronomia? Ecco 5 consigli da seguire per avere successo.

5-Candidarsi come assaggiatore

Un modo per approfondire la conoscenza delle pietanze e affinare il palato è diventare assaggiatore. Candidandosi presso il Centro Studi e Assaggiatori o frequentando un master in materia, si può iniziare a collaborare con le aziende alimentari e diventare consulenti per le testate di settore. L’attività di assaggiatore allena i sensi, rende più sensibili alle sfumature di sapore e insegna a riconoscere gli ingredienti dal gusto, requisiti imprescindibili per un cuoco di successo.

4-Aprire una piccola attività in proprio

Il modo migliore per mettere alla prova le abilità culinarie sul campo è avviare un’attività di ristorazione personale. Il diploma alberghiero permette di iscriversi al Registro degli Esercenti Commerciali senza sostenere altri esami. Si può iniziare aprendo un bar, una pizzeria, una trattoria o uno stand ambulante per le sagre, facendo attenzione ai permessi richiesti per la gestione del cibo. Cordialità e dedizione sono gli strumenti per affermarsi e ottenere visibilità nel campo.

Chef supervising team of trainees

3-Lavorare per servizi di catering

Se si ritiene che avviare un’attività in proprio sia troppo rischioso, meglio lavorare come dipendente per strutture ricettive e di ristorazione già affermate. Il diploma alberghiero permette di candidarsi come cameriere o aiuto cuoco presso aziende di catering coinvolte nella produzione e distribuzione di pasti di varia natura. Si spazia dai catering per cerimonie, alle mense aziendali. Se si è disposti a trasferirsi all’estero, si può fare carriera ancora più rapidamente.

2-Proseguire gli studi

Per accedere ai livelli più alti del settore enogastronomico, sono necessarie competenze specialistiche elevate. Proseguire gli studi dopo il diploma è il modo migliore per specializzarsi e farsi notare dai grandi nomi della ristorazione. Si può conseguire una laurea in Scienze dell’Alimentazione o Scienze Gastronomiche, oppure iscriversi a un corso professionale privato. Le principali scuole di alta formazione culinaria riconosciute dalle istituzioni sono la Scuola di Cucina Italiana ALMA, CAST Alimenti e Niko Romito Formazione.

1-Ideare prodotti esclusivi

Se si ha una mente geniale e un’idea originale a cui nessuno ha mai pensato prima, è possibile saltare le fasi precedenti e arrivare subito al successo. Però è necessario creare prodotti davvero esclusivi che catturino l’interesse del pubblico. Un esempio è lo smalto commestibile al gusto di Prosecco creato da Groupon, un’idea straordinaria per assaporare l’aroma di Prosecco in ogni momento semplicemente leccandosi le dita.

cliccalavoro_button (1)

lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei cookie e l'accettazione del nostro politica di cookies, cookie di cui sopra, fare clic sul link per maggiori informazioni